PLURIVERSI APS

L’associazione PluriVersi nasce nel 2009 ed entra in attività nel 2011 con le “Passeggiate d’autore”, che hanno lo scopo di far conoscere meglio la città ai suoi abitanti, presentandone aspetti inusuali e portandone alla riappropriazione e a un accresciuto benessere psicofisico che ne consegue, in itinerari condotti da scrittori, giornalisti, antropologi. Ampio spazio viene dedicato alla Milano delle periferie e dei migranti. Le Passeggiate d’Autore stabilizzano il loro seguito e ottengono il supporto delle Librerie Feltrinelli che le inseriscono nel calendario degli eventi. Hanno due edizioni, una primaverile e una autunnale.

Nel 2012 PluriVersi inizia a collaborare alla festa “Via Padova è meglio di Milano”, a vocazione interculturale, conducendo passeggiate alla scoperta del quartiere e occupandosi del coordinamento e della comunicazione.

Alla fine del 2012 PluriVersi è entrata a far parte della Casa delle Associazioni di zona 2, ottenendo presso questa sede uno spazio ove potere esercitare le sue attività, partecipando alla gestione della Casa ed entrando a far parte di un gruppo di lavoro sulla salute con l’intenzione di fare rete e di mettere in campo progetti ai fini del benessere psicofisico degli abitanti della zona.

Nel 2013 Pluriversi inizia ad agire nel campo dell’educazione informale, sempre nella scia della vocazione antropologica e interculturale che è l’anima dell’associazione e si va progressivamente rafforzando. Ha condotto in partenariato informale insieme all’associazione CityArt il progetto “Social Rom” di educazione informale e inclusione sociale, destinato allo sviluppo di creatività mediante l’esplorazione fotografica del quartiere di zona 2 e del campo Rom di via Idro, e la fabbricazione di opere di pane con frasi sull’interculturalità.

Sempre nel 2013 PluriVersi rafforza ulteriormente la sua vocazione ai servizi alla persona, al benessere psicofisico delle persone e allo sviluppo applicato nel sociale di competenze antropologiche, ottenendo un finanziamento comunale ex lege 40 per il progetto “Com-prendere l’Altro“. Consulenza antropologica e mediazione esperta nei servizi, che comprende attività di consulenza antropologica nei servizi rivolti agli immigrati e focalizzato prevalentemente sugli aspetti sanitari ed etnopsichiatrici. Il tema sviluppato prevalentemente nel corso dell’anno, in collaborazione in particolare con il servizio di etnopsichiatria del Cps 11 di corso Plebisciti a Milano ha riguardato i riti e le esperienze di possessione sia in contesto collettivo che nel corso di sedute cliniche. Un altro lato del progetto prevede una consulenza di sportello per madri migranti.

Nel 2014-15 PluriVersi ottiene un finanziamento extrabando del 50% da parte della Fondazione Cariplo per il progetto “Rinascere Madri” volto alla prevenzione della depressione postpartum con un supporto antropologico, psicologico, arteterapeutico e con il sostegno a domicilio per le madri.

Tra il 2014 e il 2016 l’associazione partecipa prima come capofila per un bando provinciale rivolto alle APS, poi come partner, al progetto “Donne in circolo”, che ha come obiettivo una maggiore integrazione delle donne arabe attraverso un supporto educativo, psicologico e linguistico, e lezioni di italiano di prossimità.

Negli ultimi due anni ci si è dedicati ad azioni di supporto on line a persone con fragilità psichiche.


Partners
Partners
Powered by LibLab